Vibo Valentia
 

“Sistema Montante”, il questore Andrea Grassi lascia Vibo: “Gabrielli mi ha chiesto un passo indietro dopo la condanna”

grassiandreaquestorevibo600Il capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha rimosso dall'incarico di questore di Vibo Valentia, Andrea Grassi, dopo la condanna ad un anno e quattro mesi del 10 maggio scorso del Tribunale di Caltanissetta nel processo che aveva quale principale imputato l'ex presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante (condannato a 14 anni) (leggi qui la notizia). E' stato lo stesso questore Grassi a darne notizia oggi nel corso di una conferenza stampa in Questura a Vibo per la presentazione della Carta dei servizi. "Il capo della Polizia mi ha chiesto un passo indietro - ha detto Grassi - ed io per il bene dell'Istituzione ne faccio tre".

In particolare, il questore Grassi e' stato giudicato colpevole di avere rivelato un segreto d'indagine ad un dirigente dei Servizi segreti. "Non voglio - ha detto Grassi - che la mia figura di condannato, sia pure soltanto in primo grado, possa offuscare l'immagine della Polizia di Stato o il mio ruolo di questore". Secondo quanto si e' appreso, il questore Grassi e' stato trasferito d'ufficio su disposizione del Ministero dell'Interno. Grassi ha espresso il suo "personale rammarico per l'esito della vicenda giudiziaria e per dover interrompere il proficuo lavoro avviato come questore di Vibo Valentia fin dal suo insediamento, nel luglio del 2018, con la comunita' vibonese"

Era arrivato a Vibo Valentia nel luglio dello scorso anno. Al suo posto e' stato nominato Annino Gargano, gia' al vertice della Squadra Mobile di Bari e in servizio all'Ufficio centrale ispettivo della Polizia di Stato.