Reggio Calabria
 

Due dipendenti BluJet e RFI positivi al Covid-19, la Questura di Reggio Calabria: “Vicende estranee all’attività lavorativa”

reggio portoIn merito alle notizie afferenti il contagio da virus Covid 19 di due dipendenti, della compagnia di navigazione BluJet e di RFI, si rappresenta quanto segue.
Un dipendente di RFI, già in congedo dal 13 marzo, ha di recente ricevuto – si legge in un comunicato stampa della Questura di Reggio Calabira - diagnosi di positività al virus, contratto per contatto con un familiare positivo.

Un dipendente della compagnia Blu Jet in data 18 marzo è stato posto in quarantena quale misura precauzionale conseguente alla diagnosi di positività di un familiare. Pertanto, anche l'equipaggio ed il comandante del mezzo marittimo sul quale presta regolarmente servizio sono stati posti in isolamento. La nave è stata inoltre prontamente sanificata.

In entrambi i casi il possibile o effettivo contagio è avvenuto in ambito intrafamiliare, e non nel contesto lavorativo.

Le vicende sono pertanto estranee all'attività lavorativa dei due dipendenti.

La Questura di Reggio Calabria ribadisce che i controlli sono puntualmente esperiti dal personale delle FF. OO, con l'ausilio della Capitaneria di porto – Guardia Costiera, secondo le indicazioni del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Reggio Calabria diretto dal Prefetto Massimo Mariani e gestiti dal tavolo tecnico diretto dal Questore di Reggio Calabria, che, instancabilmente, con il loro quotidiano operato verificano, attraverso le autodichiarazioni prodotte dai viaggiatori, le motivazioni dei trasferimenti nel rispetto delle misure impartite dalle normative nazionali e regionali emanate per il contenimento della diffusione del virus Covid 19.

Il procurato allarme generato da false propalazioni sarà posto all'attenzione dell'Autorità giudiziaria.