Reggio Calabria
 

Parent Project fa canestro a Reggio Calabria: iniziativa solidale al PalaLumaka per combattere la distrofia muscolare

La società di pallacanestro Lumaka Reggio Calabria organizzerà, nel periodo delle feste natalizie, un'iniziativa solidale a sostegno di Parent Project aps, l'associazione di pazienti e genitori di bambini e ragazzi con distrofia muscolare di Duchenne e Becker, grave malattia rara che non ha ancora una cura.

Domenica 15 dicembre, dalle ore 12, si svolgerà, presso il PalaLumaka, la tradizionale crispellata che riunisce i giovani sportivi e le loro famiglie. In questa occasione sarà possibile sostenere l'associazione anche scegliendo i prodotti della campagna "Il Natale Goloso di Parent Project": panettoni, pandori, torroni e altre delizie solidali.
Sarà possibile aderire alla crispellata con una donazione di 5 euro a persona. Il ricavato della giornata verrà devoluto interamente a Parent Project.

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell'adolescenza, ad una condizione di disabilità sempre più severa. Al momento, non esiste una cura. I progetti di ricerca e il trattamento da parte di un'équipe multidisciplinare hanno permesso di migliorare le condizioni generali e raddoppiare l'aspettativa di vita dei ragazzi.
Un ringraziamento particolare va da Parent Project alla società di pallacanestro Lumaka, che ha permesso nuovamente di organizzare questa importante iniziativa di raccolta fondi, dopo il successo dell'edizione del 2018. Lo spirito della società sportiva è da sempre quello di far crescere in modo sano i ragazzi attraverso lo sport, creando un clima di condivisione e supporto tra giovani, trasformando il PalaLumaka un punto di riferimento importante per loro, attraverso una serie di iniziative e figure positive che si prendono cura del loro percorso di crescita.

Parent Project aps è un'associazione di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Dal 1996 lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine di bambini e ragazzi attraverso la ricerca, l'educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che hanno fatto crescere l'associazione fino ad oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie dei bambini che convivono con queste patologie attraverso una rete di Centri Ascolto, promuovere e finanziare la ricerca scientifica al riguardo e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiave.