Reggio Calabria
 

Hospice "Via delle Stelle", Versace: "Dieni fa solo propaganda elettorale, no alla chiusura"

"Quanto stiamo osservando in questi giorni in merito al caso Hospice di"Via delle Stelle è veramente assurdo e paradossale. Ad annunciarlo nel corso di una conferenza stampa è stato il Presidente della Fondazione Dott. Trapani Lombardo, il quale molto sommessamente tra le sue parole ha dichiarato la sua totale disponibilità a confrontarsi con la commissione straordinaria dell'ASP, affinchè prima di tutto la struttura venga salvata senza per nulla mai far emergere interessi personali".
Lo afferma Carmelo Versace, ex Consigliere IV° Circoscrizione.

"Da sempre l'Hospice di Via delle Stelle, è stato considerato come un centro di eccellenza da parte di tutta l'opinione pubblica, non solo nella nostra città ma andando ben oltre i confini della nostra Provincia, dove il malato al suo interno ha sempre trovato un'ampia offerta di professionalità ed umanità da operatori eccezionali, che supportano non solo lo stesso, ma soprattutto accompagnano in un percorso difficile le famiglie ed i parenti tutti, affinchè il percorso dei degenti sia il meno doloroso possibile.

E' inammissibile ascoltare come sembra, le parole della Deputata Dieni, dove si ricercano colpevoli, ma per cosa vorremmo capire, per quale reati?? Vogliamo dare anche la responsabilità a chi ha prestato un servizio su base volontaria in tutti questi anni, per aver cercato di portare avanti una struttura così complessa con le difficoltà di cui tutta la città ne conosce le cause??

Noi viviamo in una Regione da sempre commissariata, e vorremmo vedere i deputati di questa terra dalla parte del territorio, non possiamo parlare di responsabilità quando in primis la politica a livello nazionale sta facendo delle scelte che vanno contro il nostro territorio: la commissione straordinaria in questo momento deve solo ed esclusivamente garantire il proseguo delle attività ospedaliere e solo dopo capire se e dove ci sono state delle inadempienze, il servizio non si può sospendere nella maniera più assoluta e se servirà, valuteremo insieme ai tanti che tengono a questa situazione incresciosa oramai creatasi altre azioni da mettere in campo.

Non di meno importanza, la chiusura della struttura porterebbe ancora di più a penalizzare un territorio come il nostro, già tanto martoriato, sotto il profilo occupazionale, perché comunque chi presta servizio dentro l' Hospice di"Via delle Stelle, resterebbe ancora una volta beffato dal sistema, nonostante abbiano fatto il massimo tutti per mantenere ai massimi livelli il centro, ma come sembra anche questi sforzi sembrano essere stati inutili.

Non ci interessano gli slogan elettorali, lo capiamo benissimo e non siamo stupidi, sappiamo che stiamo entrando nuovamente in campagna elettorale o forse già qualcuno lo è di fatto, ma vorremmo almeno una volta in una circostanza abbastanza seria e rilevante come questa, che tutti si remasse dalla stessa parte e ci si sforzasse, non a trovare colpevoli da individuare, ma soluzioni pratiche; in questa terra servono soluzioni non abbiamo bisogno che ci sia sempre qualcuno che ci dica cosa e come dobbiamo fare. Ognuno per il ruolo che ricopre dovrebbe fare il massimo nell'unica direzione utile: mantenere aperto l'Hospice di Via delle Stelle".