Crotone
 

Elezioni, Bruno Bossio (Pd): “Il nord-est della Calabria polo produttivo di eccellenza”

Intervenendo oggi nel corso di un incontro elettorale a Crotone, la capolista del PD Enza Bruno Bossio ha affermato:
"Farò di tutto in Parlamento per contribuire a fare del nord-est della Calabria l'area più strategica e trainante dello sviluppo e della crescita regionale.
In questi ultimi tre anni i Governi di Renzi e Gentiloni insieme alla giunta regionale di Mario Oliverio hanno programmato investimenti per una modernizzazione infrastrutturale ed ambientale che candidano il sistema territoriale che si snoda lungo l'asse compreso tra Crotone e la nuova grande città nata dalla fusione tra Rossano e Corigliano ad essere un polo produttivo ed innovativo di eccellenza nel panorama nazionale.
Ora bisogna non interrompere ma portare a compimento questa virtuosa opera di governo.

L'estensione della Zona Speciale Economica alle aree circostanti i porti di Crotone e Corigliano, l'ammodernamento e la velocizzazione della Ferrovia Jonica, la riapertura ed il rilancio dell'aeroporto Sant'Anna, la realizzazione del tratto della nuova SS 106 a quattro corsie che collega il versante nord Ionico calabrese all'autostrada dell'Adriatico ed all'A3, la rete di fibra ottica, la costruzione del nuovo ospedale di Sibari e la ristrutturazione ed il potenziamento tecnologico del presidio ospedaliero di Crotone, gli investimenti per la messa in sicurezza e la difesa del suolo, la bonifica e la riconversione delle aree industriali dell'ex polo chimico di Crotone, la riscoperta dell'antica Kroton e la valorizzazione degli scavi archeologici di Sibari sono i punti di forza strutturali di un progetto di sviluppo integrato capace di produrre nuova ricchezza ed occupazione. Oggi partiamo da questi fatti e non da vacue ed illusorie promesse. Il nostro impegno sarà quello di monitorare, incalzare e spingere efficacemente perché in tempi rapidi le famiglie e le imprese possano toccare con mano gli effetti di questa sfida. Agli elettori compete di non consentire ai populismi, alla incompetenza eretta a governo ed alla rancorosa protesta sociale di buttare a mare questa grande e storica opportunità. Per quanto mi riguarda, la missione che assolverò, nella esperienza della seconda mia legislatura, sarà quella di un Deputato che della Magna Grecia intende farne l'identità caratterizzante".