Cosenza
 

Cosenza: Assessore Spadafora Lanzino incontra i dirigenti scolastici per ringraziarli per l'impegno profuso durante l'emergenza sanitaria e per programmare la ripresa settembrina delle attività didattiche

L'Assessore alla scuola Matilde Spadafora Lanzino ha incontrato, nella sede dell' Assessorato e del settore Educazione, i dirigenti scolastici degli istituti cittadini, alla presenza anche dell'Assessore al Welfare Alessandra De Rosa e della Dirigente del settore Educazione, Matilde Fittante. La finalità dell'invito rivolto ai dirigenti scolastici è stata anzitutto quella di rivolgere a tutta la compagine scolastica un sentito saluto e un doveroso ringraziamento per l'impegno, particolarmente gravoso, profuso nella situazione di emergenza sanitaria che ha costretto la didattica ad un improvviso stravolgimento metodologico e non solo.

"Tutta la comunità – ha detto nel corso dell'incontro l'Assessore Spadafora Lanzino - deve molto alla scuola che ha saputo sostenere il disagio emotivo di un isolamento e distanziamento forzoso, riuscendo, anzi, a trasformare il disagio in opportunità e riscoperta". Scopo dell'incontro è stato anche il bisogno di ascoltare la Scuola, alla quale è stato chiesto, nel suo ruolo di detentrice ufficiale di cultura pedagogica e didattica, di avanzare possibili proposte e formulare idee su come meglio affrontare la controversa ripresa settembrina delle attività didattiche in presenza. Ai dirigenti scolastici l'Assessore Spadafora Lanzino ha anche chiesto un monitoraggio concreto dell'esistente, in termini di risorse umane e di spazi, "perché – ha rimarcato - è certo che le soluzioni logistiche ed educative potranno essere trovate non in astratto, ma nello specifico contesto di ciascuna scuola e nella specificità di ciascun progetto pedagogico. Un percorso – ha aggiunto Spadafora Lanzino – che, siamo sicuri, la nostra scuola saprà affrontare con la cautela di cui necessita il pericolo incombente, con la fiducia che la caratterizza, con l'amore dovuto a tutti i bambini e bambini che nelle braccia della scuola cercano calore, sapere, comprensione, ascolto e fantasia. L'Amministrazione comunale, parte di questa comunità educante, affiancherà, per le competenze ad essa ascritte, questo sospirato, ma insieme delicato ritorno in classe. In ogni caso - – ha aggiunto l'Assessore alla scuola di Palazzo dei Bruzi - pur nelle inevitabili e prevedibili difficoltà che certamente si incontreranno, questa guerra contro un nemico subdolo ed invisibile, va affrontata. E perciò, riprendiamo per mano, con semplicità, i nostri alunni e, con De Amicis, ripetiamo: "Coraggio, piccolo soldato: i tuoi libri saranno le tue armi, la tua classe è la tua squadra, il campo di battaglia è la terra intera e la vittoria è la civiltà umana".