Cosenza
 

San Donato di Ninea (Cs), il Comune dispone pulizia terreni incolti: sanzioni per chi non adempie

"Pubblica incolumità e salute pubblica, prevenire la propagazione di incendi, garantire una migliore visibilità stradale ed impedire il proliferare di ratti, topi, serpi ed insetti nocivi come zecche e blatte". Sono, questi, gli obiettivi dell'ordinanza emessa dal sindaco di San Donato di Ninea, Jim Di Giorno, relativamente al taglio delle siepi e alla pulitura dei terreni. Sanzioni fino a 500 euro per chi non adempie.

Quindici giorni di tempo per adempiere; poi scattano le sanzioni che possono superare anche le 500 euro. Gli interventi riguardano nello specifico le aree private sia all'interno che all'esterno del centro urbano e lungo la viabilità ordinaria interna al territorio comunale.

Dai proprietari dei fondi e conduttori di terreni comunali, costeggianti le strade provinciali, comunali e vicinali, ai proprietari di aree agricole non coltivate, fino ai proprietari di aree verdi urbane e di aree industriali dismesse. Sono questi, in particolare, i destinatari delle disposizioni ai quali si ordina il taglio delle siepi e dei rami che protendono oltre il ciglio della strada; il taglio delle erbe infestanti; di provvedere con regolarità alla manutenzione del verde e alla rimozione delle erbe secche.