Cosenza
 

Morano Calabro (Cs), l’amministrazione comunale e il Centro anziani in visita all’arsenale militare di Taranto

Gita culturale per i soci del locale Centro Incontro Anziani. Voluta dall'Amministrazione comunale, l'iniziativa ha consentito ai rappresentanti della terza età di visitare venerdì scorso l'arsenale militare di Taranto e il magnifico castello aragonese, insieme al ponte girevole e al centro storico veri e propri fiori all'occhiello dell'antica città pugliese. Un'intera giornata dedicata alla scoperta di siti e monumenti di notevole valenza artistica ed architettonica, i cui pregi, ampiamente riconosciuti resistono all'apatia di una modernità globalizzante e distratta.

«L'idea - spiegano l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Morano, Rosanna Anele, e il consigliere Francesco Soave - nasce dall'esigenza di avviare corsie formative ed esperienziali aperte e flessibili, che sappiano promuovere e valorizzare qualsiasi forma di cittadinanza attiva, stimolando da un lato la presenza dell'anziano nei quotidiani processi sociali, dall'altro la consapevolezza che l'unico confine della persona è il ritenersi circoscritta e limitata. E' nostra piena e motivata volontà proseguire l'ottimo rapporto di collaborazione esistente con il Centro Anziani, per continuare a fornire l'indispensabile supporto logistico e avviare sin dalle prossime settimane nuovi progetti di scambi generazionali sui quali intendiamo lavorare e soffermarci nel periodo estivo».

Il programma del viaggio in terra pugliese, basato sull'aspetto istruttivo, comunque non orfano di ricorrenti quanto piacevoli momenti goliardici, finalizzato ad ottimizzare tempi, spazi e opere da vedere, ha avuto nella permanenza all'arsenale marittimo il suo perno centrale. I "diversamente giovani" moranesi sono stati accompagnati nel museo dell'opificio da personale del posto, che ha illustrato le attrezzature del passato e i reperti bellici, soprattutto navali, in uso nei due grandi conflitti mondiali del secolo scorso.

La comitiva - che ha potuto contare, tra l'altro, anche sul supporto organizzativo della Proloco, presente con il presidente Rocco Ingianna - si è poi trasferita all'estremo angolo dell'isola sulla quale sorge il borgo vecchio del centro urbano di Taranto, dove ha ammirato con manifesta soddisfazione le bellezze del maniero edificato nel 1486 da Ferdinando I di Napoli sui resti di una rocca bizantina del VIII sec.

In serata, nel cuore la gioia della condivisione, il ritorno a casa. Con tante cose da raccontare e il desiderio di ripartire.