Coronavirus, il provveditore Tortorella: “Nessun caso positivo o sospetto nel carcere di Catanzaro”

"In queste ore su diversi social network sono state veicolate notizie circa la presunta rilevazione di casi positivi al coronavirus Covid-19 nella Casa Circondariale 'Ugo Caridi' di Catanzaro. L'Amministrazione penitenziaria Regionale ritiene opportuno rendere noto che si tratta di notizie assolutamente prive di fondamento". Lo afferma in una nota il provveditore vicario del dipartimento calabrese Rosario Tortorella. "Il Direttore dell'Istituto penitenziario, infatti - prosegue - ha escluso la presenza anche di soli casi 'sospetti', tanto tra le persone detenute quanto tra il personale, assicurando che tutti gli operatori penitenziari, compreso il personale della Polizia penitenziaria prima di accedere in istituto, e' sottoposto al controllo sanitario in una tenda fornita allo scopo dalla Protezione civile e allestita per il pre-triage. Tanto si ritiene altresi' doveroso rendere noto poiche' la diffusione di notizie del tutto infondate, per cio' stesso censurabile, puo' creare ingiustificate e forti preoccupazioni tanto tra i familiari delle persone detenute quanto tra coloro che a vario titolo (operatori, professionisti, ecc.) hanno rapporti con la Casa Circondariale di Catanzaro, dove invece la situazione e' assolutamente sotto controllo e non registra al momento situazioni di criticita'".

Nella nota viene anche espresso "il piu' vivo apprezzamento anche al personale medico e infermieristico del servizio sanitario penitenziario, che fa capo alla Asp, per lo straordinario impegno e l'attenzione che stanno prestando per garantire la salute dei ristretti ed a tutti gli operatori penitenziari per il profondo senso del dovere con il quale quotidianamente e con umanita' svolgono il loro servizio".

Creato Venerdì, 03 Aprile 2020 18:52