Calcio
 

Reggina: De Francesco innalza la qualità di un centrocampo già temibile

defrancescoalbertodi Paolo Ficara - I tempi di gioco. Quel giocatore in grado di effettuare un tocco in meno, consentendo al pallone ed ai compagni di muoversi ad una velocità più elevata, per la Reggina 2019/20 sarà Alberto De Francesco. Ormai ad un passo il suo ritorno dallo Spezia, per ritrovare la maglia e la città che forse ha più amato nella sua carriera professionistica.

King Albert si sente mezzala, ma aveva iniziato benissimo il torneo 2017/18 nel 4-3-1-2 di Agenore Maurizi come regista puro. Anche nelle idee di Mimmo Toscano dovrebbe occupare quella posizione in campo. L'ideale quando ci sarà da leggere in anticipo i movimenti dei compagni, e servirli in profondità con la qualità necessaria.

Con rispetto parlando verso calciatori che non possono essere considerati semplici rincalzi, ci stiamo immaginando un centrocampo con la forza fisica e le incursioni di Bianchi; i piedi prensili e l'imprevedibilità di Sounas; l'eleganza e la testa alta di De Francesco. Difficile trovare di meglio in categoria, forse solo il Monza con Armellino, Rigoni e Fossati è superiore. Con una mossa, la Reggina ha risolto quello che poteva essere l'unico neo del settore nevralgico.

Il reparto va però sfoltito. Roberto Marino ed Urban Zibert non rientrano nei piani, ma avrebbero declinato il trasferimento al Bisceglie.