Antonio Pignataro premiato con la "Medaglia d'oro Calabria 2019"

C'e' anche il questore di Macerata, Antonio Pignataro, tra i premiati con le Medaglie d'Oro Calabria 2019, conferite a "personalita' calabresi che hanno onorato la loro terra d'origine con la loro vita e con le loro opere e la loro professionalita'", e che li ha portati a lasciare la propria terra per realizzare in tutto il mondo il proprio lavoro. I riconoscimenti saranno consegnati il 27 giugno alle ore 18, nella Sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, dove l'associazione Brutium celebrera' la sua 53esima "Festa dei Calabresi nel mondo" alla presenza del presidente dell'Inps Pasquale Tridico. Pignataro sara' premiato per gli eccezionali risultati conseguiti dalle forze di polizia nella Provincia di Macerata, mostrando l'immagine di uno Stato "che c'e' e si vede".

Scelto dal capo della polizia Franco Gabrielli il 12 febbraio 2018 come questore di Macerata dopo l'omicidio di Pamela Mastropietro e il raid di Luca Traini, Pignataro non si e' conquistato la fiducia del tessuto sociale aumentando la percezione di sicurezza, con un impegno che si e' concentrato soprattutto sugli arresti degli spacciatori di droga, per lo piu' nigeriani, e nel contrastato di ogni forma di illegalita'. Il questore ha coordinato inoltre controlli approfonditi sui cannabis shop, molti dei quali sono stati chiusi con provvedimenti giudiziari che hanno di recente trovato conferma dalle sezioni unite della Cassazione. Un'azione che e' costata a Piganataro minacce, comparse fin dal giugno 2018 sui muri in tutte le Marche.